Giugno 24, 2024

La franchigia nel contratto assicurativo

La franchigia relativa è una somma o una percentuale al di sotto della quale l’Assicurato non otterrà nessun indennizzo e che, se superata, darà diritto ad un indennizzo integrale.

Questa particolare franchigia è spesso presente nell’Assicurazione Infortuni, per la garanzia: “Invalidità Permanente”. Le Condizioni di Polizza possono ad esempio prevedere una franchigia assoluta del 3%, ma indicare che in caso di Invalidità Permanente superiore al 16% non sarà applicata alcuna franchigia. Se abbiamo stipulato un’Assicurazione Infortuni con capitale per “Invalidità Permanente” di € 200.000,00, una franchigia assoluta del 3% e una franchigia relativa del 16%, a seguito di infortunio per il quale residui un’invalidità permanente del 15%, il nostro indennizzo sarà pari a (15%-3%)*€ 200.000,00 = € 24.000,00 (applicazione della franchigia assoluta). Con un’Invalidità Permanente del 17% (che supera la franchigia relativa del 16%) ci sarà indennizzato il 17% di € 200.000,00 senza applicazione dunque della franchigia assoluta del 3%.

La franchigia relativa è uno strumento che attribuisce, come in questo esempio, più rilevanza a sinistri di particolare entità, annullando di fatto l’applicazione di ogni altra franchigia.

Nella prassi per l’Invalidità Permanente sono applicate delle “classi” di franchigie e una franchigia relativa, ma anche in questo caso per gli approfondimenti visitate la sezione dedicata all’Assicurazione Infortuni.