Aprile 23, 2024
agevolazioni assunzioni over 50 2023

Prima di vedere in cosa consistono le agevolazioni assunzioni over 50 2023, diamo un’occhiata ad alcuni degli ultimi dati ISTAT sull’occupazione in Italia.
Gli occupati (cioè coloro che hanno svolto almeno un’ora di lavoro nella settimana presa a riferimento) a febbraio 2023 al di sopra dei 50 anni e al di sotto dei 64 risultano essere poco più di 9 milioni su un totale di 14 milioni e trecentomila: circa il 63%. I disoccupati over 50, ossia coloro che – seguendo ancora sommariamente le indicazioni del glossario dell’Istituto di Statistica – hanno effettuato almeno un’azione attiva di ricerca di lavoro nelle ultime quattro settimane e sono disponibili a lavorare, sono 491 mila, solamente il 3,45%. A preoccupare, però, sono i cosiddetti “inattivi” over 50, ossia coloro che non risultano né occupati né disoccupati: costoro ammontano al 33% circa del totale, ossia 4 milioni e seicentomila.
Possiamo notare che, se sommiamo inattivi e disoccupati, i senza lavoro over 50 arrivano a superare i 5 milioni di italiani. A questi però dovremmo pur aggiungere coloro che, tra gli occupati, lavorano poco e male: saltuari, precari, sottopagati, ecc. Infine, ricordiamo che il dato considera la fascia 50-64 anni: decisamente poco comprensibile se si considera che la quiescenza si ottiene oramai ai 67 anni di età. Ciò significa che vi sono ulteriori inattivi e disoccupati nella fascia 64-67 anni non considerati dalle stime ISTAT. Possiamo perciò supporre che i senza lavoro ma occupabili over 50 si aggirino tra i 6 ed i 7 milioni di italiani: una cifra che potrebbe rasentare il 40% del totale over 50.

Agevolazioni per over 50 nel 2023

Da quanto riportato si capisce perché il legislatore abbia ritenuto necessario introdurre agevolazioni per l’assunzione degli over 50.

Legge Fornero e sgravi contributivi

La Legge 92/2012, nota come Legge Fornero, ha previsto misure agevolative per chi assume gli ultracinquantenni, tuttora valide. Riportiamo a tal proposito quanto è scritto al Comma 8 dell’Art.4 della Legge: “[i]n relazione alle assunzioni effettuate […] con contratto di lavoro dipendente, a tempo determinato anche in somministrazione, in relazione a lavoratori di età non inferiore a cinquanta anni, disoccupati da oltre dodici mesi, spetta, per la durata di dodici mesi, la riduzione del 50 per cento dei
contributi
a carico del datore di lavoro.
” Detto altrimenti, chi assume un over 50 disoccupato da più di un anno, risparmia il 50% della spesa contributiva. Inoltre, se il contratto è di tipo indeterminato, l’agevolazione dura sino al diciottesimo mese. L’unica condizione per ottenere o sgravio è che l’assunzione comporti un effettivo incremento occupazionale in azienda. L’idea è cioè quella di evitare che si assuma un over 50 con sgravio contributivo a scapito di un dipendente con contribuzione piena.

Assunzione donne over 50

Un’ulteriore agevolazione è stata introdotta con la Legge di Bilancio 2021, prorogata anche per quest’anno. In tal caso viene riconosciuto, a chi assume donne over 50 inoccupate da almeno dodici mesi, un esonero contributivo totale, con un limite massimo annuo pari a 6 mila euro. Anche in tale caso, l’unica condizione per ottenere l’esonero è che l’assunzione comporti un effettivo incremento occupazionale in azienda.