Breve storia dell’assicurazione

Assicurazioni e storia

Tutelarsi in caso di avversità. Se questo è il senso che si vuol dare al concetto di assicurazione, probabilmente troviamo forme assicurative già agli albori dell’umanità. Ma la storia dell’assicurazione in senso moderno, ossia il trasferimento di un rischio a terzi dietro pagamento di un premio, inizia sicuramente molto dopo. Ripercorriamo brevemente le tappe che hanno portato all’assicurazione moderna.

Storia antica: le assicurazioni prima delle assicurazioni

Riprendendo quanto sopra esposto, se assicurarsi significa semplicemente tutelarsi dai rischi, la storia delle assicurazioni comincia molto presto. Già in relazione all’antico Egitto, infatti, sono state trovate testimonianze che fanno supporre l’esistenza di “protomutue“. Pare accertato che i tagliapietre potessero usufruire di un fondo speciale, che garantiva loro il pagamento delle spese funebri in caso di decesso. Forme simili si ritrovano poi sia nell’antica Grecia sia a Roma. Mai, comunque, tali protezioni si accompagnarono al pagamento di premi a soggetti terzi specializzati.

L’età medievale e la funzione delle Gilde

Nei primi secoli del Medioevo furono le speciali corporazioni dette Gilde – sviluppatesi attorno all’anno Mille soprattutto nel nord Europa – a garantire agli associati forme di tutela di tipo assicurativo. Queste forme associative si fondavano proprio sullo spirito di mutua assistenza: gli artigiani o i mercanti che ne facevano parte potevano cioè garantirsi risarcimenti a fronte di eventi infausti, soprattutto incendi.

Il Mediterraneo e i banchieri del Trecento

Ma è con la rinascita del commercio marittimo, in un epoca di pirateria e forti tensioni internazionali, che l’assicurazione assume le forme contemporanee. I mercanti avevano una forte esigenza di tutelarsi in caso di attacco in mare o di confisca delle proprie merci. Con il passare del tempo i mercanti marittimi iniziarono letteralmente a scommettere sulla riuscita del loro viaggio. Più che agli assicuratori, i primi intermediari – generalmente legati al nascente business del credito bancario – erano pertanto molto più simili ai giocatori d’azzardo.

Genova e il primo contratto assicurativo

C’è però una data precisa nella storia dell’assicurazione: il 13 maggio 1189. A Genova, quel giorno, sembra che venne stipulata per la prima volta una vera e propria polizza assicurativa, a tutela di un trasporto marittimo. Si trattava della tratta Genova-Barcellona: il carico merci venne assicurato per 12.000 Lire genovesi.

Gabriele Adorno

Genova riveste un ruolo centrale nella storia delle assicurazioni. A legittimare e regolare definitivamente il mercato assicurativo è stato infatti Gabriele Adorno, quinto Doge della Repubblica marinara. Il decreto relativo è del 1369.

Lo sviluppo delle assicurazioni: dal commercio agli altri rischi

Se – come abbiamo visto – è il commercio via mare a stimolare la nascita delle prime compagnie di assicurazione, lo sviluppo del settore prosegue anche grazie alla tutela di altri rischi. E’ l’assicurazione incendio – soprattutto nei paesi del nord Europa – a dare stimolo alla crescita del business. Le abitazioni, prevalentemente in legno, erano facilmente soggette a prender fuoco. A partire dal XIV secolo si sviluppò pertanto un mercato specifico – dominato soprattutto da società di natura pubblica – dedicato alla tutela delle abitazioni private.

L’assicurazione sulla vita

Più recente è la pratica relativa alle assicurazioni sulla vita. Nel Settecento fu ancora un italiano protagonista di questa storia: il giurista Francesco Rocco. Egli ammise la possibilità di assicurare la vita di un terzo, a condizione che vi fosse inerenza. L’esempio classico è la relazione tra creditore e debitore.

I Lloyd’s

Concludiamo questa breve rassegna sulle vicende delle assicurazioni. Storia che facciamo terminare in una taverna londinese, dove erano soliti ritrovarsi, nel XVII secolo, gli intermediari assicurativi della città: la Lloyd’s Coffee House. Il signor Lloyd era il proprietario del locale e teneva regolarmene un bollettino sull’andamento dei viaggi assicurati. Oggi i Lloyd’s esistono ancora e non sono – come spesso superficialmente si crede – una compagnia di assicurazioni. I Lloyd’s sono una corporazione di intermediari che agisce come regolatore del mercato assicurativo. Per saperne di più, è sufficiente visitare il sito istituzionale lloyds.com.

Riccardo Cantini

Nato a Piombino (LI) nel 1969, vive a Firenze da circa trent’anni. Laureato in filosofia, è stato editor e product manager per diverse realtà editoriali fiorentine. Da oltre dieci anni svolge l’attività di consulente assicurativo. Si interessa in particolare di soluzioni assicurative per le PMI, di previdenza integrativa e di soluzioni d’investimento assicurativo.

0 0 votes
Vota Articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x